Logo Loading

Blog

Basta un sito per vendere online?

Basta un sito per vendere online? Questa è un’altra questione delicata. Qualche anno fa bastava esserci su internet per avere un qualche risultato. Le aziende che capirono subito il potenziale del mezzo erano poche per cui bastava per l’appunto aprire un sito per essere trovati.
Oggi non è più così ma c’è chi pensa che basti acquistare un sito per avere immediati risultati.  Dico acquistare un sito perché molte web agency lo presentano come un prodotto da consegnare chiavi in mano.
Innanzitutto poche volte si intravede la finalità del progetto e poi non impostano la relazione con il cliente come una consulenza in continuo divenire.
Nella realtà la sola creazione di un sito è fine a se stessa, bisogna creare tutta una serie di attività complementari, una continua verifica dei contenuti con aggiornamenti e verifica delle parole chiave, analisi delle funzionalità del sito. Ma sappiamo che anche questo non veicola automaticamente del traffico.

SEO o SEM

Le attività a supporto di un sito sono diverse, da una parte per il posizionamento organico (SEO) e dall’altra una parte a pagamento (SEM).
Partiamo dalle attività a pagamento: è possibile essere su Google con inserzioni a pagamento comprando parole-chiave e questa è in fondo una normale pubblicità.
Dal punto di vista SEO, Google premia i contenuti di qualità per cui è meglio realizzare testi effettivamente utili ai visitatori del sito. Ulteriore supporto al posizionamento si ottiene cercando di portare traffico sul sito con un’attività social Facebook e Instagram possibilmente con contenuti nativi (anche se questi contenuti possono essere spinti sponsorizzando i post sui social).
Un’altra attività che si può essere opportuna è cercare di creare un database di potenziali clienti con attività di lead generation per poi alimentare quella attività di invio di Newsletter e mail commerciali (le DEM) che portano persone a visitare il nostro sito.

Direi poi di usare un po’ anche la fantasia e cercare di coltivare quelle relazioni con blogger e influencer che anche in questo caso possono veicolare traffico qualificato sul nostro sito.

Basta un sito per vendere online? – Palara Gianluca – rev. 24 aprile 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.